Il Festival Più Piano si ripresenta sul territorio della provincia di Trento
Festival Più Piano


LUGLIO - NOVEMBRE 2024


Il Festival Più Piano si ripresenta sul territorio della provincia di Trento con la 16° edizione. Tornano gli appuntamenti nel capoluogo e in alcune località trentine del turismo estivo offrendo una serie di concerti che vedono protagonista il pianoforte, da solo in recital oppure in dialogo con altri strumenti e la voce, cantata e recitata.
La direzione artistica è di Monique Cìola.




Programma



Chiara Paulon

Chiara Paulon

PIANOFORTE IN RECITAL

Giovedì 4 luglio 2024, ore 21.00
CAVALESE
PALAZZO DELLA MAGNIFICA COMUNITÀ DI FIEMME
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Chiara Paulon, pianoforte


PROGRAMMA

Musiche di:

  • Fryderyk Chopin (1810-1849): Notturno, op. 9 n. 1
  • Remo Vinciguerra (1956-2022): dai Notturni, Caccia alla volpe
  • Robert Schumann (1810-1856): Arabesque, op. 18
  • Remo Vinciguerra: da Una fiaba per ogni stagione, Principe d’orchestra
  • Cécile Chaminade (1857-1944): Interlude, op. 152; Thème Varié, op. 89
  • Remo Vinciguerra: dai Sogni musicali, Vuoi giocare con me?
  • Ernő Dohnányi (1877-1960): Rapsodia, op. 11 n. 3
  • Alberto Ginastera (1916-1983): Tre Danze Argentine, op. 2: I. Danza del viejo boyero, II. Danza de la moza donosa, III. Danza del gaucho matrero


CURRICULUM

Nata a Portogruaro (VE) nel 2008, Chiara Paulon inizia gli studi musicali presso la Scuola Comunale “Monteverdi” di Musile di Piave, prima con i corsi di Propedeutica per poi intraprendere, a 5 anni, lo studio del pianoforte e del violino. Per il pianoforte è tuttora allieva in questa scuola della prof.ssa Sabrina Comin e segue contemporaneamente anche i Corsi Propedeutici al Triennio Accademico nella classe di violino del M° Nadai presso il Conservatorio “Marcello” di Venezia. In quest’ultima sede accademica di prestigio, ha conseguito con il massimo dei voti la Certificazioni di Teoria, ritmica e percezione Musicale, di Storia e storiografia della Musica e più che brillantemente ha superato i livelli A e B di Pianoforte principale.

Diversi gli eventi nel territorio veneto che la vedono protagonista al pianoforte: dal concerto finale della masterclass estiva di alto perfezionamento del M° Somenzi a Thiene alle Lezioni-Concerto organizzate dall'Uniper di San Donà di Piave. Nel settembre 2021 si è esibita al teatro Vivaldi di Jesolo come solista al Concerto Sinfonico “12 Preludi Colorati X 12 Giovani Pianisti” accompagnata dall'Orchestra Classica del Veneto diretta dal M° Doni. Nell’aprile 2022 ha partecipato al Concerto "La Meglio Gioventù" nella storica Villa Marcello Loredan Franchin di Ceggia (VE) e nel giugno 2023 a Caorle si esibisce al pianoforte sul sagrato della Madonna dell’Angelo per l’evento “Aspettando Caorle Street Piano Festival”.
Fin da piccola partecipa a numerosi concorsi internazionali e nazionali classificandosi sempre ai primi posti, quali il Concorso “Musica insieme” di Musile di Piave (2014), il Concorso Nazionale per Giovani Musicisti Città di Bardolino (2017), la “Crescendo Competition” di Padova (2018) a seguito della quale nel febbraio 2019 si esibisce presso la Carnegie Hall di New York; diversi concorsi online nel 2020 e nel 2021 il Concorso “Ugo Amendola” di Mogliano Veneto e il Concorso di Esecuzione Musicale “Incontriamoci tra le note” di Treviso.

Dal 2015 partecipa alle varie edizioni del Premio Pianistico “Remo Vinciguerra” di Verona e alla seguente registrazione dei brani del Maestro ne “Il mio primo Cd” alla Fazioli Concert Hall di Sacile e all'Accademia di Alta Formazione Musicale di Verona. Nelle edizioni 2022 e 2023 si distingue sia come solista sia nella categoria “Ensemble d’archi” e ad ottobre partecipa al Concerto dei Vincitori della X edizione del concorso presso il teatro Fenaroli di Lanciano (CH), città natale del M° Vinciguerra. L’edizione appena conclusa, svoltasi nel mese di maggio 2024, la proclama vincitrice assoluta del Concorso. Il concerto presso il Palazzo della Magnifica Comunità di Cavalese è tra i premi che le sono stati assegnati per questo importante riconoscimento.




PIANOFORTE e TROMBA

Giovedì 25 luglio 2024, ore 21.00
TRENTO - PALAZZO CALEPINI,
SALA DELLA FONDAZIONE CARITRO
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Duo Pitros
Luigi Santo, tromba
Daniela Gentile, pianoforte


PROGRAMMA

Musiche di:

  • Sergej Rachmaninov (1873-1943): XVIII Variazione dalla “Rapsodia su un Tema di Paganini” (arr. per tromba e pianoforte di Daniela Gentile)
  • Astor Piazzolla (1921-1992): Adiós Nonino
  • Aleksandra Pakhmutova (1929*): Concerto per tromba e orchestra (trascrizione per tromba e pianoforte)
  • George Gerswhin (1898-1937): Someone To Watch Over Me; Rhapsody in Blue
Dop Pitros

Duo Pitros


CURRICULUM

Il Duo Pitros, in 20 anni di attività, ha tenuto concerti in Europa, Asia ed America. Ha all’attivo oltre 500 concerti. Si è esibito in importanti sale da concerto; tra queste “Ramsey Concert Hall” della Georgia University di Athens (USA); “Sala Rimskij-Korsakov” di San Pietroburgo; Teatro di Magnitogorsk (RUSSIA), la celebre “Sala Segovia” di Linares (SPAGNA); festival di Bergen(NORVEGIA); Espace Bernanos di Parigi (FRANCIA). Nel 2006 ha tenuto la prima esecuzione in Italia del Concerto di Dmitrij Shostakovich per Tromba-Pianoforte e Orchestra, nella famosa versione inedita curata dal grande Maestro Russo Timofei Dokshitser, replicata poi in Europa e negli Stati Uniti. Nel 2008 esegue la I italiana della Sonata per tromba e pianoforte del compositore newyorkese Eric Ewazen. Il Duo Pitros ha in repertorio ben 15 programmi diversi con musiche (oltre 70 composizioni) che spaziano dal periodo romantico russo alla tradizione eclettica americana.
Il “Duo Pitros” nasce con l’idea di raccontare paesaggi sonori che, attraverso l’uso delle molteplici caratteristiche dei due strumenti (tromba e pianoforte), permettono di imbastire una ragnatela su cui interpretare il vastissimo repertorio che è stato scritto per questa formazione. Capaci di trasmettere l’atmosfera giusta, il Duo coinvolge emotivamente il pubblico con un viaggio nel tempo; il loro repertorio spazia dal periodo romantico dell’800 russo fino all’amato periodo americano con Gerswhin e Bernstein, non disdegnando autori contemporanei. Il modo di porgersi e donare le proprie emozioni, li rendono artisti sensibili e quindi apprezzati ed amati dal pubblico.
“dalle mani magnifiche del cuore bianco e nero, sei percorso nobile strumento che stai dentro le labbra del signore dorato; il tocco è bianco come quello di una corda che vibra”




Duo Foti Metro

Duo Foti Metro

PIANOFORTE A QUATTRO MANI

Martedì 6 agosto 2024, ore 21.00
TRENTO
PALAZZO CALEPINI, SALA DELLA FONDAZIONE CARITRO
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Duo pianistico Metro Foti
Elvira Foti e Roberto Metro, pianoforte


PROGRAMMA

“Bene, bravi, BIS!” - In programma... i fuori programma

  • Johann Strauss Jr (1825-1899): Tritsch-Tratsch Polka, Polka veloce op. 214
  • Johannes Brahms (1833-1897): Danza ungherese n. 5
  • Jacques Offenbach (1819-1880) : dall’Operetta “Orfeo all’Inferno”, Can – Can
  • Georges Bizet (1838-1875): Fantasia sulla “Carmen”
  • Scott Joplin (1868-1917): The Entertainer, Rag time
  • Zequinha de Abreu (1880-1935): Tico-Tico
  • Gioachino Rossini (1792-1868): La Danza, tarantella napoletana; Largo al factotum, dall’opera “Il Barbiere di Siviglia”
  • Vittorio Monti (1868-1922): Czardas
  • Johann Strauss Jr (1825-1899): Sul bel Danubio blu (Valzer op. 314); Marcia di Radetzky


CURRICULUM

Elvira Foti e Roberto Metro si sono diplomati al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, entrambi con l’eccezionale punteggio di 10/10, lode e menzione d’onore, rispettivamente sotto la guida della prof.ssa Sonja Pahor e del M° Roberto Bianco.
In seguito, si sono perfezionati singolarmente con Maria Tipo, Eliodoro Sollima e Michele Marvulli.
Da oltre 20 anni formano un affiatato duo pianistico, molto apprezzato dalla critica, che ha tenuto centinaia di concerti in tutto il mondo.
Si sono esibiti negli Stati Uniti (suonando, fra l’altro, più volte alla Carnegie Hall di New York), in Australia, Giappone, Canada, Messico, Brasile, Argentina, Corea del Sud, Thailandia, Malesia, Singapore, Inghilterra, Germania, Austria, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Svezia, Polonia, Romania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera, Turchia, Cipro.

In qualità di solisti hanno collaborato con importanti orchestre sinfoniche europee, americane ed asiatiche, sotto la guida di illustri Direttori di fama internazionale.
Hanno registrato per emittenti radiotelevisive di vari Paesi: SBS (Australia), Canal 13 (Messico), TV Cidade - Canal 20 (Brasile), Ceský rozhlas (Repubblica Ceca), RSI (Svizzera), RAI-TV (Italia) e Radio Vaticana.
Hanno inciso due CD, uno dedicato alle Rapsodie ungheresi di Liszt e l’altro - pubblicato dal Musikseminar di Monaco di Baviera - contenente Valzer, Polke e Marce della Famiglia Strauss, in una rara ed inedita trascrizione per pianoforte a quattro mani realizzata dallo stesso Roberto Metro.
Tale registrazione, che rappresenta una novità assoluta nel panorama discografico a livello mondiale, è stata premiata dall’Università di Santa Fe (U.S.A.), con un “International Award in Performing Arts - Music”.

Recentemente il prestigioso Yong Siew Toh Conservatory of Music di Singapore li ha invitati a tenere due master classes, dedicate alla musica per duo pianistico.




PIANOFORTE E BANDA

Sabato 17 agosto 2024, ore 21.00
DIMARO - TEATRO
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Musicanti nonesi e voce narrante
Monique Cìola, pianoforte
Sebastiano Santini, direttore


PROGRAMMA

Le avventure di Pinocchio

Musiche di Enrico Tiso ed Ettore Pozzoli

I Musicanti Nonesi

I Musicanti Nonesi


CURRICULUM

I Musicanti Nonesi, Banda dei Comuni della Bassa Val di Non è una compagine tra le più giovani in seno alla Federazione dei Corpi bandistici del Trentino. La Banda è nata nel 2008 e oggi conta una quarantina di musicisti effettivi e un nutrito gruppo di allievi che, oltre alla formazione musicale e allo studio dello strumento, animano l'attività dei Musicantini Nonesi, la Banda giovanile dei Musicanti.
Dall'ottobre 2023, dopo una dozzina d'anni sotto la bacchetta del M° Luigi Tommasini, la direzione artistica è passata al M° Sebastiano Santini, un musicista ancora giovane ma, unitamente alle competenze musicali costruite nel percorso accademico, già con una importante esperienza nella direzione di banda e orchestra di fiati.
I Musicanti Nonesi, oltre a presenziare ai momenti comunitari più importanti dei propri comuni e paesi di riferimento, prediligono soprattutto la forma concerto, anche attraverso la ricerca di nuove e sempre più attuali forme di esibizione che vedano, oltre naturalmente al ruolo centrale della musica, anche l'utilizzo di espedienti scenici e narrativi così da regalare al proprio pubblico sempre nuove emozioni.

Monique Cìola - ph. Alessandro Zanon

Nata in Trentino, Monique Cìola si avvicina alla musica all’età di 6 anni e da allora vive in questo mondo attraverso diverse espressioni e professionalità. Come interprete, si diploma in pianoforte (Antonella Costa) e musica da camera (Giancarlo Guarino) presso il Conservatorio di Trento, proseguendo la sua formazione con Michele Campanella (Scuola pianistica di Ravello, Accademia Chigiana di Siena). Svolge attività concertistica come solista e camerista, collaborando stabilmente per progetti internazionali di ricerca ed esecuzione con l'Ensemble Musica Ricercata di Firenze. Laureata al DAMS di Bologna, si dedica alla divulgazione musicale attraverso conferenze e note di sala. È coautrice assieme al didatta abruzzese Remo Vinciguerra del libro “Una fantastica storia della musica raccontata ai ragazzi” (Curci, 2016). È pubblicista e membro dell’Associazione Nazionale Critici Musicali. Dal 2016 è direttrice responsabile di “Coralità”, rivista della Federazione Cori del Trentino. Ha fatto parte della giuria in diversi concorsi pianistici italiani, tra cui la prima giuria giornalistica del Concorso Pianistico Internazionale “Busoni” (Bolzano, 2009). Ideatrice e direttrice artistica di festival e rassegne, nel 2015 fonda l’Associazione Chaminade e nel 2017 l’Ensemble Chaminade, formazione variabile con pianoforte dedicata alla scoperta e alla divulgazione delle compositrici del passato come della contemporaneità. Con questo ensemble pubblica il cd “The other half of music” con prime incisioni assolute di compositrici di tutti i continenti per quintetto di fiati e pianoforte (Dynamic, 2019). Attualmente è docente di pianoforte presso il Liceo “Rosmini” di Trento.




Ensemble Chaminade

Ensemble Chaminade

PIANOFORTE E FIATI

Mercoledì 4 settembre 2024, ore 20.30
BASELGA DI PINÈ - CENTRO CONGRESSI PINÈ MILLE
Durata del concerto: 1 h e 30’ con intervallo



ARTISTI

Ensemble Chaminade, pianoforte e fiati


PROGRAMMA

  • Armando Franceschini (1946*): De l’aube à l’aube, Suite in otto movimenti 1° esecuzione assoluta,
    (1. L’aube, 2. L’aurore, 3. Le matin, 4. L’Aprés-midi, 5. Le coucher, 6. La Crépuscule, 7. Le soir, 8. La Nuit)
  • Teresa Procaccini (1934*): Quintetto per oboe, clarinetto, fagotto, corno e pianoforte, op. 130 (1. Allegro vivo, 2. Adagio, 3. Presto)
  • Hedwige Chrétien (1859-1944): Quintetto per flauto, oboe, clarinetto, corno e fagotto (1. Andante, 2. Allegro con moto)
  • Francis Poulenc (1899-1963): Sestetto per flauto, oboe, clarinetto, corso, fagotto e pianoforte, FP100 (1. Allegro vivace, 2. Divertissement, 3. Finale)


CURRICULUM

L’Ensemble Chaminade nasce espressamente nel 2018 con il progetto “L’Altra Metà della Musica” per studiare, incidere e divulgare il repertorio di musiche contemporanee di compositrici. Fondato dalla pianista trentina Monique Cìola, raccoglie le adesioni di musicisti italiani che condividono l’entusiasmo di creare un laboratorio di ricerca ed esecuzione di musiche nuove, valorizzando le competenze ed esperienze internazionali di ciascun elemento. Nella formazione di quintetto composto da quattro fiati con il pianoforte ha realizzato un’incisione discografica con dieci prime assolute di compositrici di tutti i continenti (“The other half of music”, Dynamic, 2019). Si presenterà in questo concerto nella formazione sia di quintetto sia di sestetto con fiati e pianoforte, in un programma tra musica nuova ed opere che fanno ormai parte della storia, sempre con un occhio di riguardo per le compositrici.




PIANOFORTE, VIOLA E POESIA

Domenica 6 settembre 2024, ore 17.00
TRENTO - PALAZZO GEREMIA, SALA FALCONETTO
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Nadia Scappini e Giuseppe Calliari, voci recitanti
Maddalena Franceschini, viola
Monique Cìola, pianoforte


PROGRAMMA

Poesie di Nadia Scappini
Musiche di Armando Franceschini (1° esecuzione assoluta)


CURRICULUM

Nadia Maurizia Scappini

Nadia Maurizia Scappini, nata a Bagno di Romagna il 30 dicembre 1949, vive a Trento. Dopo l’insegnamento di discipline umanistiche nei Licei di Trieste e Trento, si occupa di promozione culturale, scrittura e critica. Collabora con l’Associazione A. Rosmini di Trento, con la pagina culturale di riviste nazionali, con l’Associazione Independent poetry, con il blog ; cura, inoltre, per il Tquotidiano indipendente del Trentino-Alto Adige una rubrica dedicata alla poesia. Presente sul sito di Italianpoetry, ha organizzato Convegni e Seminari di studio su Poesia e Mito nonché il Premio di poesia Città di Trento-oltre le mura 2018. Autrice di due romanzi, due saggi e un libro di racconti, per la poesia ha pubblicato Le parole del cuore stampa Mondadori 2003; La luna nuda, Travenbooks 2007; Il ruvido mistero, Ancora 2008; Un’ora perfetta, Aragno 2015; Come dire dell’amore, Moretti&Vitali 2019; La bilancia del cielo, traduzione in inglese, tedesco, spagnolo, russo, cinese del monologo in versi tratto dal romanzo minimo Sonia e il poeta (musicato dal Maestro Daniele Lutterotti per voce violino violoncello) Graphie/Il Vicolo, 2021; preghiere imperfette, Moretti&Vitali, 2022; presente in “Sesto repertorio di poesia italiana contemporanea”, Arcipelago Itaca, 2022; la plaquette Nu suntem singuri /Non siamo soli, Cosmopoli Bucarest, 2023; sul fianco del mattino, peQuod, collana Portosepolto, 2024. Il 23 marzo 2024 l’Accademia mondiale della poesia di Verona le ha assegnato il Premio Catullo per la poesia italiana.

Giuseppe Calliari accanto all'insegnamento musicale ha coltivato la relazione tra musica e letteratura in qualità di promotore di rassegne e autore di testi e saggi, contributi a miscellanee e articoli giornalistici. Ferruccio Busoni. Trascrivere l'infinito (2011), Laurence Feininger. Un cammino di vita (2022), la curatela degli Scritti sulla musica di Andrea Mascagni, delle monografie dedicate a Camillo Moser e Giuseppe Nicolini. Testi per forme sceniche in musica dedicate ai Martiri Anauniesi, a S. Massenza, al Concilio di Trento, a Palazzo delle Albere, a Dostoevskij, a T.S. Eliot, all'incontro di filosofia e musica. Da tre anni promuove la rassegna WeekEnd Estate a Piazzo di Segonzano, tra esposizioni d'arte e incontri di cultura, nella storica Ca' de la Val.

Giuseppe Calliari

Giuseppe Calliari

Maddalena Franceschini

Maddalena Franceschini

Maddalena Franceschini inizia lo studio del violino con la prof.ssa Cinzia Chizzola al Conservatorio di Trento dove si diploma sotto la guida del prof. Alberto Martini nel 1998. Si perfeziona con i maestri Enzo Porta, Stefano Pagliani, Karòly Gàl e Ilya Grubert. Dal 1998 al 2000 collabora con l’orchestra “I Pomeriggi musicali di Milano” per la stagione sinfonica e operistica. Nel 2000 viene segnalata all’ audizione presso l’orchestra sinfonica di Savona. Dal 2000 al 2002 partecipa all’attività sinfonica dell’orchestra “Haydn” di Bolzano e collabora con i “Virtuosi Italiani” di Verona. Frequenta un corso di musica barocca a Verona con i maestri Alberto Rasi e Enrico Parizzi. Nel 2009 si laurea in Didattica Strumentale presso il Conservatorio e l’Università di Verona. Dallo stesso anno insegna nelle scuole medie ad indirizzo musicale della provincia di Verona. Nel 2015 ottiene il ruolo e dal 2019 insegna violino presso la SMIM “Pedrolli” di Gardolo in provincia di Trento. Nel mese di aprile del 2024 si è laureata in viola presso il Conservatorio di Trento.

Armando Franceschini ha compiuto gli studi musicali con Andrea Mascagni diplomandosi in Musica corale e in Composizione con Niccolò Castiglioni. Autore di musiche corali, cameristiche e per orchestra e di musiche di scena per il teatro, ha svolto studi di ricerca storica, filologica e interpretativa attraverso la revisione e la pubblicazione dell’Opera omnia di Francesco Antonio Bonporti. Ha intrapreso collaborazioni con la Rai, realizzando numerose colonne sonore di sceneggiati radiofonici e televisivi. È stato direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Trentina e fondatore dell’ensemble vocale Il Virtuoso Ritrovo con il quale ha svolto una notevole attività concertistica sia in Italia che all’estero. Armando Franceschini ha svolto attività didattica presso i Conservatori di Mantova e Parma e, dal 1982, è stato titolare della cattedra di Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione presso il Conservatorio di Trento del quale, dal 1989 al 2006, ha assunto anche la direzione. Dopo aver lasciato il Conservatorio Bonporti ha continuato a svolgere la sua attività musicale e didattica. Infatti, lo stesso Conservatorio cittadino lo ha richiamato per tenere lezioni di Forma e Analisi nell’ambito del Corso di Popular Music.

Armando Franceschini

Armando Franceschini

(per il curriculum di Monique Cìola vedere il concerto del 17 agosto)




Youkali piano duo

Youkali piano duo

PIANOFORTE A QUATTRO MANI E CANTANTI

Concerto natalizio, data e luogo da definire
Durata del concerto: 1 h senza intervallo



ARTISTI

Youkali piano duo
Monique Cìola e Alex Morandini, pianoforte
Quartetto vocale (allievi di Conservatori italiani)


PROGRAMMA

Concerto liederistico con autori e autrici del Romanticismo tedesco (Johannes Brahms, Clara Wieck, Robert Schumann, Fanny Mendelssohn)


CURRICULUM

Nato a Trento, Alex Morandini si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “F. A. Bonporti” del capoluogo sotto la guida del Prof. Bertoldi Francesco. Frequenta numerosi corsi di perfezionamento, fra i quali “La didattica del pianoforte e la formazione musicale” (Prof. A. Rebaudengo - Conservatorio di Milano), “Accompagnamento di musica antica per clavicembalo” (Emilia Fadini - Università di Musicologia di Cremona), “Vocalizzazione, dizione ed interpretazione Jazz” (Cheryl Porter). La sua attività artistico-didattica si intensifica con la collaborazione del soprano italo ungherese Donna Reinhard, con la quale ha formato il “Wesendonck Duo”, che alterna la sua attività fra concerti, conferenze e sessioni di “Opera Coaching” per cantanti professionisti dedicate soprattutto alla musica vocale (Opera e Lied) in lingua tedesca. Nel 2015 ha collaborato in qualità di pianista accompagnatore alla Masterclass per cantanti lirici a Barcellona con il Mº Elio Orciuolo (Direttore d'orchestra) organizzata da Studio Opera Company (S.O.C.-BCN). Fra gli ultimi importanti progetti realizzati, spicca la traduzione ufficiale dallo spagnolo all'italiano del libro scritto dal Mº Sebastián Colombo sulla figura di Vincenzo Scaramuzza, famoso maestro di Martha Argerich e di molti altri: “Vicente Scaramuzza. La vigencia de una escuela pianística” di prossima pubblicazione.

(per il curriculum di Monique Cìola vedere il concerto del 17 agosto)




Il 16° Festival Più Piano è realizzato con il contributo di









Potete trovare ulteriori appuntamenti sulla nostra pagina Facebook
Associazione Culturale Chaminade

Ingresso gratuito
a offerta libera.

contattaci



Sostieni l’attività dell’Associazione Culturale Chaminade, sostieni la riscoperta della creatività artistica femminile!

Iscriviti subito mandando i tuoi dati a info@chaminade.it
Quota sociale di 10,00 euro - IBAN IT65 B060 4501 8010 0000 5000 601

Associazione Culturale Chaminade
Corso Michelangelo Buonarroti 18 38122 Trento - Cod. Fisc. 96103000228


Realizzazione siti internet Cles (Trento) - Agenzia Nitida Immagine ©